Alla scoperta del Vizcaya Museum & Gardens

VISITA CULTURALE - MIAMI

Alla scoperta del Vizcaya Museum & Gardens: una collezione di opere d’arte che hanno più di 2000 anni e un favoloso parco di 40.000 metri quadrati disseminato di tantissime varietà di fiori e bellissime orchidee rare.

La Vizcaya è una splendida villa in stile neo-rinascimentale, situata sulla baia di Key Biscayne nel quartiere di Coconut Grove a Miami. Il nome dell'edificio proviene dall'omonima provincia Basca.
Non mancano le evidenze documentarie secondo cui il costruttore James Deering desiderava perpetuare il mito di Vizcaya, un mitico (e probabilmente mai esistito esploratore) che raggiunse il Nuovo Mondo in seguito a numerose peregrinazioni nel Mar dei Caraibi.
Deering realizzò l'edificio in soli tre anni, dal 1914 al 1916, e scelse le caravelle di Cristoforo Colombo quale simbolo della villa. Sull'ingresso principale della proprietà campeggia persino una statua che ritrae l'esploratore Bel Vizcaya, che dà il suo benvenuto ai visitatori.

La storia dell'edificio più importante di Coconut Grove
La splendida villa neo-rinascimentale di Coconut Grove fu fatta costruire dall'imprenditore americano James Deering come sua personale residenza estiva. Fu realizzata in soli tre anni, sebbene i lavori necessari all'ultimazione dei fantastici giardini che circondano la costruzione si protrassero fino all'inizio degli anni Venti.
La proprietà si estende su un territorio di circa otto ettari, che comprendono anche i suddetti giardini, le dependance e gli edifici di servizio. Subito dopo la metà degli anni Dieci, i lavori furono funestati dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale, evento che ritardò notevolmente la conclusione degli stessi, soprattutto a causa delle difficoltà nel reperire e nell'importare dal continente europeo i materiali che occorrevano.
Villa Vizcaya può essere considerata a pieno titolo un'espressione dell'American Renaissance: lo stile voluto da Deering fa riferimento agli edifici italiani in stile barocco e a quelli tipici del rinascimento veneto. Villa Vizcaya evidenzia chiari riferimenti alla celebre Villa Rezzonico di Bassano del Grappa (realizzata nel Seicento) e allo stile inconfondibile degli edifici signorili veneziani appartenenti allo stesso periodo.
La progettazione e la disposizione dei vari ambienti fu affidata all'architetto americano Paul Chalfin, che fu affiancato da Phineas Paist, F. Burrall Hoffman e Diego Suarez (quest'ultimo si occupò del progetto e della conseguente realizzazione dei giardini). L'edificio trae buona parte del suo fascino dal perfetto riadattamento della tradizione architettonica europea all'interno dell'altrettanto suggestivo paesaggio subtropicale della Florida meridionale.
Per la realizzazione della villa furono utilizzati sia preziosi marmi provenienti dall'Italia che la pietra locale. Persino le essenze arboree che impreziosiscono gli ampi giardini sono miste, considerato che insieme a quelle endemiche figurano numerosi alberi esotici provenienti dal bacino del Mediterraneo.

Il museo
La fondazione del Museo di villa Vizcaya risale al 1953, quando l'edificio fu aperto al pubblico e il museo chiamato Miami-Dade County Art Museum. Nel 1994 l'edificio è stato dichiarato Monumento Nazionale. Fu proprio questo riconoscimento a convincere i sovrintendenti a cambiare il nome del museo in Vizcaya Museum and Gardens, molto più rappresentativo e in grado di non lasciare adito a dubbi circa l'identità dell'edificio. La mostra permanente espone buona parte delle collezioni originali della casa. All'interno della villa-museo figurano circa settanta ambienti completamente decorati, oltre ad un'infinità di oggetti e mobili d'antiquariato provenienti dai mercati di mezza Europa e databili fra il XV secolo e gli inizi del XIX secolo.

Il parco
Il parco che circonda la villa si estende su circa 40 mila metri quadrati di spazio e annovera un gran numero di specie vegetali diverse, fra cui molte essenze tropicali ed europee. La realizzazione dei giardini fu affidata all'esperto paesaggista colombiano Diego Suarez, che riuscì ad accordare in maniera mirabile il parco ai canali e alle prospicienti acque del mare. Lo spazio centrale posto di fronte all'edificio è dominato da basse siepi organizzate secondo una particolare disposizione geometrica. Oltre a quest'area, figurano l'evocativo Secret Garden, l'intimo Theatre Garden e una grande abbondanza di strutture architettoniche, fontane e sculture antiche.

La visita
Per dedicare a Villa Vizcaya il tempo necessario per una visita completa occorrono circa tre ore. La visita guidata (gestita da volontari e non da guide esperte) dura soltanto 45 minuti, pertanto, è consigliabile acquistare una guida cartacea. Il biglietto intero costa 18 dollari.

4 Recensioni StelleStelleStelleStelleStelle

Valery Affleck - New YorkStelleStelleStelleStelleStelle
febbraio 2018

Villa Vizcaya è una casa-museo ricca di storia e impreziosita da uno splendido giardino. Quando ci sono stata, ho potuto osservare alcuni dei danni causati dall'uragano Irma, i quali non hanno tolto nulla alla bellezza del parco. La tenuta Deering è una villa storica ispirata all'architettura italiana ed europea, ricca di angoli deliziosi e panorami suggestivi, da esplorare al tramonto, se possibile. Il ristorante situato all'interno della tenuta è eccellente e il personale molto gentile e disponibile.

Francis Henderson - ChicagoStelleStelleStelleStelleStelle
ottobre 2017

Antica residenza interamente realizzata in stile neo-rinascimentale, con tanto di porticciolo per l'attracco delle piccole imbarcazioni. Dal 1994 è diventata una villa-museo che espone centinaia di mobili antichi ed opere d'arte risalenti ai secoli passati (in particolar modo del XIX secolo). Il costo del biglietto d'ingresso, se relazionato a quanto offrono la struttura e i suoi giardini, è assolutamente giustificato. Dal parco è possibile osservare quasi tutto lo skyline di Miami.

Jessica Amber - MiamiStelleStelleStelleStelleStelle
luglio 2017

Villa Vizcaya è una delle strutture più belle e suggestive della città. Sorge nel quartiere di Coconut Grove ed è impreziosita da un irresistibile stile neo-rinascimentale, che ricorda molto le architetture veneziane e fiorentine del Seicento e del Settecento. I giardini sono superbi e una parte del parco è interamente dedicata alle orchidee. Anche la Barchessa, il grande edificio di servizio situato a pochi metri dalla struttura principale, è magnifica ed offre la possibilità di ammirare decine di variopinte iguane.

Francesco Accorsi - MilanoStelleStelleStelleStelleStelle
maggio 2017

Villa Vizcaya è un grandioso mix di bellezze architettoniche italiane (e in particolar modo veneziane), calate all'interno di un contesto esotico. La visita è consigliatissima a tutti coloro che si trovano a Miami. La struttura è visitabile in poche ore e, subito dopo la passeggiata fra le stanze e le collezioni di cui si compone il museo, è necessario dedicarsi al grandioso parco e scoprire i giardini e le centinaia di essenze locali ed importate. Io ho avuto la fortuna di visitare il complesso durante il periodo natalizio: in quell'occasione la villa splendeva di luci e addobbi ed era ancora più suggestiva. L'area è ben collegata e facile da raggiungere con i mezzi pubblici.

Vuoi soggiornare a Miami?

Per questa location ti consigliamo Mare Azur Shorecrest Miami Bay, nuovissima struttura di lusso in una posizione esclusiva per il vostro soggiorno a Miami.

Scopri Mare Azur Shorecrest Miami Bay

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO